Cass. civ., sez. III., 7 aprile 2022, n. 11320

1.      LA MASSIMA Il contratto può produrre effetti diretti protettivi verso terzi solo nell’ipotesi della stipulazione tra la gestante ed il sanitario, in rapporto al nascituro ed al padre, formalmente estranei al rapporto contrattuale ma sostanzialmente interessati all’esatta esecuzione del contratto. Al di fuori di questo ambito applicativo, deve essere ribadito il principio di relativitàContinua a leggere “Cass. civ., sez. III., 7 aprile 2022, n. 11320”