Site icon BROCCARDO

NEMO TENETUR SE DETEGERE

Annunci

Nessuno può essere obbligato ad accusare se stesso

Il Broccardo espresso anche nella forma nemo tenetur se ipso accusare e nemo tenetur edere contra se esprime il principio di diritto processuale penale in forza del quale nessuno può essere obbligato ad affermare la propria responsabilità penale (auto-incriminazione).

L’ordinamento giuridico, nel bilanciamento degli interessi in gioco è concorde ad attribuire preferenza alla libertà personale piuttosto che all’interesse alla repressione dei reati.

Se tutti i soggetti del procedimento penale fossero obbligati a collaborare incondizionatamente con la Giustizia fino al punto di incriminare se stessi, verrebbe infatti meno la libertà morale dell’imputato, che ha diritto di scegliere se e come difendersi anche quando colpevole: in Italia ciò fu riconosciuto dalla L. nr. 932 del 1969, in base alla quale l’interrogatorio non fu più considerato “narrazione obbligatoria e a titolo di verità cui è costretto l’indagato-imputato“, ma concepito essenzialmente come “strumento per l’esplicazione del diritto di difesa” (art. 24 Cost.).

Il Broccardo nell’ottica della società odierna risulta di grande attualità sopratutto rispetto alla sentenza del GIP di Milano nr. 839/2021
Dice il GIP – giungendo alla medesima conclusione del GIP meneghino estensore della pronuncia nr. 1940/2020, ma con una argomentazione differente – che “un simile obbligo di riferire la verità non è previsto da alcuna norma di legge” e, anche se ci fosse, sarebbe “in palese contrasto con il diritto di difesa del singolo” proprio in relazione al principio espresso dal Broccardo in esame. 

Cfr. per approfondimenti sulla sentenza nr. 1940/2020 si veda il post dedicato ivi presente nella sezione attualità del sito. 

Exit mobile version