DE IURE CONDITO – DE IURE CONDENDO

Broccardo particolarmente interessante per chi sta scrivendo una tesi o si accinge a farlo. La sempre più scarsa confidenza con il latino sta favorendo il diffondersi delle espressioni errati quali “de iure conditum” e lo speculare “de iure condendum”.

Di diritto fondato – Di diritto da fondare.

È in pratica la differenza tra il diritto esistente, quello delle leggi già facenti parte dell’ordinamento, e il diritto futuro, possibile ma non ancora non parte integrante dell’ordinamento giuridico.

I termini si utilizzano con frequenza quando si affrontano questioni relative alla introduzione di nuovi istituti giuridici oppure alla modifica di leggi e regolamenti.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: