Concorso Ripam 2293 posti

Nella Gazzetta Ufficiale n. 104 del 31 dicembre 2021 nella sezione Concorsi ed Esami è stato pubblicato il bando del concorso pubblico per la copertura di ben 2293 posti per personale non dirigenziale di seconda area, a tempo indeterminato, da inquadrare nei ruoli della Presidenza del Consiglio dei ministri, del Ministero dell’economia e delle finanze, del Ministero dell’interno, del Ministero della cultura e dell’Avvocatura dello Stato.

Innanzi tutto, cosa vuol dire RIPAM? RIPAM è l’acronimo di Riqualificazione delle Pubbliche Amministrazioni.

Come vengono espletate le prove del concorso?

Il concorso verrà espletato in base ad una procedura che si articola in:

  • una prova selettiva scritta, distinta a seconda dei codici di concorso, e consisterà in 40 quesiti a risposta multipla da risolvere in 60 minuti, con un punteggio massimo attribuibile di 30 punti. La prova si svolgerà solo attraverso l’uso di strumenti informatici e piattaforme digitali. Le sedi potranno essere decentrate e sarà possibile avere anche con più sessioni consecutive e non contestuali.
  • ancora successivamente all’espletamento della prova scritta, ci sarà la valutazione dei titoli per i soli candidati risultati idonei alla prova e sulla base delle dichiarazioni degli stessi, rese nella domanda di partecipazione, e della documentazione prodotta.

I criteri per la valutazione dei titoli

La valutazione dei titoli dichiarati dai candidati all’interno della domanda di padella domanda di partecipazione viene ripartita come di seguito, tenendo conto che ai  titoli di studio viene attribuito un valore massimo complessivo di 3 punti. Invero, i criteri sono:

  • 1 punto per ogni laurea, diploma di laurea, laurea specialistica, laurea magistrale;
  • 0,25 punti per ogni master universitario di primo livello;
  • 0,5 punti per ogni master universitario di secondo livello;
  • 1 punto per ogni dottorato di ricerca;
  • 0,75 punti per ogni diploma di specializzazione.

Il codice di concorso AMM

Il codice AMM del concorso RIPAM comprende le posizioni di: operatore amministrativo, assistente amministrativo ed assistente amministrativo gestionale.

I posti complessivi per i candidati che hanno scelto di iscriversi al bando per il codice AMM sono nr. 1.250 di cui n. 100 da assegnare al Ministero dell’economia e delle finanze, da destinare agli uffici centrali (Area II-F2); n. 756 da assegnare al Ministero dell’interno da destinare agli uffici centrali e periferici (Area II-F2); n. 334 da assegnare al Ministero della cultura (Area II-F2); n. 60 da assegnare all’Avvocatura dello Stato (Area II-F2).

La prova per il codice AMM

Per i candidati con il Codice AMM la prova scritta verterà su nr. 40 quesiti a risposta multipla da risolvere in 60 minuti, con un punteggio massimo di 30 punti. Le materie saranno così ripartite:

  • nr. 25 quesiti volti alla verifica delle conoscenze rilevanti delle materie di:
    • Elementi di diritto amministrativo;
    • Elementi di diritto penale con riguardo ai reati contro la pubblica amministrazione;
    • Elementi di contabilità di Stato e degli enti pubblici;
    • Elementi di diritto dell’Unione europea;
    • Norme generali in materia di pubblico impiego, con particolare riferimento alle responsabilità’, doveri e diritti dei pubblici dipendenti, codice di comportamento e sanzioni disciplinari;
    • Uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse;
    • Conoscenza della lingua inglese.
  • ancora nr. 7 quesiti volti a verificare la capacità logico-deduttiva ed il ragionamento critico-verbale.
  • infine nr. 8 quesiti c.d. situazionali afferenti a problematiche amministrative ed organizzative gestionali, che ricadono nel campo di applicazione dello studio e del comportamento organizzativo.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: